Liberiamo l’uomo dalla maschera di ferro – Université Européenne

Liberiamo l’uomo dalla maschera di ferro

maschera di ferroNel romanzo “Il Visconte di Bragelonne” di Alexandre Dumas, si narra di un re Luigi XIV capriccioso, meschino e burocrate che, con la sua limitatezza mentale, riduce il popolo francese in una condizione di indigenza e di stenti. Questo sovrano nasconde inoltre un segreto: un gemello di cui tutti ignorano l’esistenza e che è stato da lui imprigionato in una fortezza per impedirgli di reclamare il suo diritto al trono. Al gemello segreto è stata applicata una maschera di ferro per evitare che qualcuno, riconoscendone le fattezze del volto, potesse svelarne il segreto. Il gemello incarcerato ha un carattere diametralmente opposto rispetto al fratello malvagio: è lungimirante, magnanimo e creativo. I moschettieri del re vengono casualmente a conoscenza di questo terribile segreto e, mossi da immensa compassione per le condizioni disumane in cui versa l’intero popolo francese, decidono di liberare il gemello buono del re per sostituirlo a quello malvagio. L’impresa non è semplice ma, dopo numerosi combattimenti e stratagemmi, i moschettieri riescono nel loro intento. Il re malvagio viene finalmente spodestato dal gemello virtuoso e, da quel momento in avanti, la Francia intera trascorre un periodo di pace, prosperità e ricchezza senza precedenti.

Questa vicenda è la trasposizione, in chiave metaforica e romanzesca, degli eterni conflitti interiori che ciascuno di noi è costretto a subire durante tutto l’arco della sua vita. I conflitti tra la mente razionale e conservatrice e la mente irrazionale e creativa, tra la logica e le emozioni, tra l’emisfero sinistro e l’emisfero destro, tra il re bigotto e burocrate e il gemello virtuoso dalle immense potenzialità.

La mente razionale con i suoi contenuti invalidanti, inoculati dal condizionamento sociale, dalla religione, dalla politica dai mass media, si oppone energicamente alla libera espressione della mente irrazionale e creativa. Fa di tutto per reprimerla, la spinge e la seppellisce nelle buie e profonde segrete dell’inconscio, le applica una pesante maschera di ferro per impedire che qualcuno ne sveli l’identità.

Molti di noi non si accorgono di questo “crimine” e continuano a vivere una vita limitata, utilizzando solo il 5% delle proprie risorse, rassicurati piccole e meschine certezze, azzoppati dalla paura e schiacciati dalla rassegnazione.

Altri se ne accorgono ma non sanno come porvi fine. Fanno qualche timido tentativo ma vengono risucchiati dal condizionamento collettivo e riportati alla sottomissione cieca e incondizionata.

Una piccola minoranza di fortunati se ne accorge e, senza lasciarsi influenzare dagli strenui tentativi della mente razionale di opporsi, inizia a lavorare seriamente e a lottare per liberare l’uomo dalla maschera di ferro: per sbloccare le infinite risorse dell’emisfero destro, della mente creativa. Non è certo un compito facile; i tre moschettieri (le tre funzioni mentali di cui abbiamo parlato nell’articolo che puoi leggere cliccando qui) devono affrontare dure battaglie e architettare espedienti. Ma alla fine giungono alla vittoria e  il premio è di gran lunga superiore a qualsiasi più ottimistica aspettativa.

campus estivo

Compila il seguente modulo per ricevere tutte le informazioni utili su corsi, programmi e date del Campus estivo ISI-CNV in italiano, che si svolgerà dal 6 al 14 Settembre 2014 e approfittare di questa occasione per sbloccare le infinite risorse della tua mente creativa:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.